Michaela ...pensieri nel blu

Home Page Qualcosa di me Portfolio Calderone Utility Michaela.it
Arte Astronomia Awards Birbonate Cinema Fiori
Guest Book Halloween Libri & Fumetti Links e... Maneki Neko Musica
Origami Zoo

• La storia • La carta • Gli stili • Simboli e pieghe •
• Base del pesce • Base triangolare • Base quadrata • Base della gru • Base del cesto • Base del fiore •
• Il noshi • La gru • La rana • La volpe • Il kusudama •

ORIGAMI - IL NOSHI

    Risalente al periodo Kamakura (1185 - 1333 d.C.), il noshi deve il suo nome al "noshi-awabi", una striscia di carne di mollusco marino seccata al Sole, di colore giallo, un alimento molto importante nel Giappone del Medio Evo. I samurai che andavano in guerra erano soliti attrezzarsi con cibi in grado di conservarsi a lungo e consumabili sul campo di battagli, ed uno di essi era appunto il noshi-awabi, conservato in un pacchetto che ricordava la forma della conchiglia di tale mollusco. Con il tempo, il noshi divenne un simbolo di buona fortuna e donato con tale augurio, per poi "evolversi" nell'offerta del pacchetto tradizionale con una strisciolina posta al centro a simboleggiare l'alimento.
    L'innovazione apportata dal noshi all'origami risiede nel fatto che, per la sua realizzazione, non era più necessario ricorrere a tagli, contrariamente ai modelli tradizionali dell'epoca.